8:00 - 19:00

Apertura studio da Lunedì a Venerdì.

+39 081.404.236

Contatta lo studio per una consulenza

Facebook

Firm

GDPR: l’attuazione della delega slitta al 21 agosto 2018

Non arrivano ancora i pareri delle due Commissioni speciali per gli atti urgenti del Governo. I relatori dello schema di D.Lgs. di recepimento del Regolamento (UE) 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali concordano entrambi sull’opportunità di approfondire la discussione attraverso un ciclo di audizioni informali. Perplessità anche dal Garante, che ha inviato il proprio parere chiedendo delle modifiche al testo. Per forza del mancato arrivo dei pareri, ai sensi dell'articolo 31, comma 3, della legge n. 234 del 2012, il termine ultimo del recepimento della delega da parte del Governo slitta dal...

Continue reading

Auto cointestata : illegittimo il Fermo amministrativo.

Auto cointestata : illegittimo il Fermo amministrativo. La censura del contribuente relativa alla legittimità del provvedimento di Fermo, in quanto applicato a mezzo cointestato a due soggetti di cui uno solo è debitore dell’imposte, è fondata e merita accoglimento. È fatto incontestato, infatti, che il veicolo oggetto del Fermo amministrativo sia stato acquistato in comproprietà dal contribuente, odierno appellante, con il figlio . Appare pacifico ed incontestato in giurisprudenza che affinché vi possa essere il Fermo del bene mobile del debitore è necessario che quest’ultimo sia proprietario del 100% e non di una parte soltanto, non potendosi, ovviamente, sottoporre a Fermo una parte dell’autoveicolo stante...

Continue reading

Privacy, sanzioni pesanti per gli studi legali Rischia sanzioni tra i 10 e i 20 milioni di euro lo studio legale che non rispetta le nuove norme privacy. In caso di grandi studi internazionali, invece, la multa è essere compresa tra il 2 e il 4 per cento del fatturato mondiale

Rischia sanzioni tra i 10 e i 20 milioni di euro lo studio legale che non rispetta le nuove norme privacy. In caso di grandi studi internazionali, invece, la multa è essere compresa tra il 2 e il 4% del fatturato mondiale. Lo chiarisce il Consiglio nazionale forense, che ha messo a punto una guida per gli studi legali in vista dell'entrata in vigore, il 25 maggio prossimo, del nuovo regolamento privacy, con una serie di schede pratiche che passano in rassegna i dati che l'avvocato tratta nell'ambito del suo rapporto con il cliente, i dati relativi ai dipendenti e...

Continue reading

Polizze vita, perché la Cassazione fa tremare le assicurazioni

e polizze vite sono da considerarsi tali solo se garantiscono la restituzione del capitale “investito”, altrimenti sono contratti di investimento ordinari. A dirlo è la Corte di cassazione con la sentenza 10333/2018, che conferma una pronuncia della Corte di appello di Milano, destinata a portare non poche preoccupazioni al mondo delle assicurazioni. La Cassazione torna sull’annosa questione della differenza tra polizze assicurative e contratti di investimento attualizzando i principi di diritto già espressi in precedenza; ma fa anche un’importante precisazione sui contratti sottoscritti attraverso società fiduciarie. Secondo la Suprema corte se viene a mancare la garanzia della conservazione del capitale alla...

Continue reading

Fallimento: niente più incarichi a curatori e amministratori “amici”

di Marina Crisafi - Basta incarichi ad amici e parenti. È quanto prevede il decreto legislativo approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, in attuazione della riforma del codice antimafia (legge n. 161/2017). Il provvedimento, approvato su proposta del ministro Orlando, disciplina, nello specifico il regime di incompatibilità degli amministratori giudiziari, dei loro coadiutori, dei curatori fallimentari e degli altri organi delle procedure concorsuali. Stop incarichi ad amici e parenti In attuazione dei criteri fissati dalla legge delega, dunque, spiega il comunicato di palazzo Chigi, viene sancita l'incompatibilità delle suddette figure "per rapporti di parentela, affinità, convivenza e, comunque, assidua frequentazione con magistrati addetti all'ufficio giudiziario...

Continue reading

Pignoramento immobiliare per debiti fiscali

Esecuzione forzata esattoriale: per i debiti con Agenzia Entrate Riscossione la legge prevede una particolare procedura di pignoramento di case e terreni e di vendita all’asta. Ecco le regole. Chi ha uno o più debiti con l’Agente della riscossione esattoriale (soggetto che, per i debiti con l’erario, è Agenzia Entrate Riscossione) può subire il pignoramento dei beni immobili come case e terreni. Tale forma di esecuzione forzata scatta però solo a determinate condizioni: condizioni che concernono sia l’entità del debito accumulato dal contribuente, sia il rispetto di una particolare procedura. In particolare l’iter del pignoramento immobiliare esattoriale è parzialmente diverso da...

Continue reading

Compensazione spese processuali: dichiarata l’incostituzionalità dell’art 92 comma 2 cpc Leggi l’articolo completo:

Con la recentissima sentenza del 19 aprile 2018, n. 77, la Consulta ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 92, secondo comma, c.p.c., nel testo modificato dall’art. 13, comma 1, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito, con modificazioni, nella legge 10 novembre 2014, n. 162, “nella parte in cui non prevede che il giudice possa compensare le spese tra le parti, parzialmente o per intero, anche qualora sussistano altre analoghe gravi ed eccezionali ragioni”. La questione di legittimità costituzionale e i parametri interposti A sollevare la questione di legittimità costituzionale della norma erano stati, con le ordinanze rispettivamente del 30 gennaio 2016 e del 28 febbraio 2017,...

Continue reading

L’Antitrust manda la finanza in Findomestic, Agos e Cardif: “Pratiche scorrette”

MILANO - Se vuoi un prestito, sottoscrivi anche una polizza. E' questa la pratica che l'Antitrust italiano ha contestato a due big del credito al consumo, Agos e Findomestic, e alla compagnia assicurativa Cardif. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, anche a seguito di una segnalazione dell’IVASS, ha avviato due distinti procedimenti istruttori per presunte pratiche commerciali scorrette nei confronti della società finanziaria Agos Ducato S.p.A. e della compagnia di assicurazione, operante nel Ramo Vita, Cardif Assurance Vie s.a. E dell’istituto di credito Findomestic Banca S.p.A. e della compagnia di assicurazione, operante nel Ramo Danni, Cardif Assurances Risques Divers s.a. Hai dovuto...

Continue reading

EQUITALIA: RICHIEDERE L’ESTRATTO DI RUOLO NON IMPONE IL RICORSO. CASSAZIONE 1302/2018

Come anticipato nel titolo, la Cassazione, di recente, ha specificato un principio assai discusso in giurisprudenza, affermando che: “La conoscenza della iscrizione tramite l’estratto di ruolo non impone che la impugnazione sia proposta nel termine di sessanta giorni indicato in tale documento poiché, oltre questo termine, al contribuente è concessa la possibilità di contestare successivamente, in ipotesi dopo la notifica di un atto “tipico” dell’agente della riscossione, la pretesa appresa in un atto “atipico”, espresso in forma non “autoritativa”, quale l’estratto di ruolo. Sul concessionario della riscossione grava sempre l’onere di provare la regolare notificazione della cartella di pagamento posta a base dell’iscrizione contestata nonostante l’art. 26 del D.P.R....

Continue reading

CTR Lazio : credito erariale prescritto dopo 5 anni notifica cartella.

Il contribuente appellava la sentenza con la quale la CTP di Roma aveva respinto il ricorso proposto avverso avviso di intimazione notificatogli da Equitalia per crediti vantati dall’ Agenzia delle Entrate e dalla Regione Lazio. In via preliminare va accolta l’eccezione di prescrizione sollevata dall’ appellante contribuente. La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con la recente sentenza n. 23397/2016, ha enunciato il principio di diritto secondo il quale << la scadenza del termine -pacificamente perentorio- per proporre opposizione a cartella di pagamento (…) pur determinando la decadenza dalla possibilità di proporre impugnazione, produce soltanto l’effetto sostanziale della irretrattabilità del credito contributivo senza...

Continue reading